ESCLUSIVA ICAMPIONIDELLOSPORT, Francesca Lollobrigida: “Sono agguerrita per Sochi e non ho paura del terrorismo”

lollobrigida-viert-rentree-in-marathonpeloton-met-zege

“Vado a Sochi per farmi le ossa, per vivere le prossime Olimpiadi da protagonista” Così Francesca Lollobrigida, campionessa italiana di pattinaggio di velocità, intervistata in esclusiva dalla nostra redazione parla delle sue prime Olimpiadi, che ha conquistato con il record italiano. Durante l’intervista, la Lollobrigida, nipote della famosa Gina, parla anche del pericolo attentati e della sua passione per il calcio: “Nessuno di noi ha paura del terrorismo. Sono una grande tifosa della Roma, Garcia è un ottimo allenatore, lavora benissimo sul gruppo”.

“Sicuramente l’obiettivo per Sochi è rientrare nei primi 10, se ci riesco anche nei primi 7. Già questo sarebbe un gran traguardo, soprattutto perchè la mia disciplina è uno sport molto longevo. Anche a 40 anni i più forti vincono ancora. Essendo uno sport a tempo, soprattutto le gare lunghe, più hai gareggiato e più hai abitudine a girare, più prendi il ritmo. Ci sono molte componenti che contano, più hai esperienza e più vai. Io la prendo come un’Olimpiade per farmi le ossa per le prossime. Sulle prossime devo e voglio puntare molto di più. Sono molto emozionata, ma anche agguerrita. Sono orgogliosa di portare i colori dell’Italia, di Roma e dell’Aeronautica”.

Parlando del terrorismo, la Lollobrigida dichiara di non aver paura del pericolo attentati: “Sinceramente non ho nessun timore, e come me anche il resto degli atleti che conosco. La Russia è un paese sicuro. Ci saranno molte forze di polizia a controllare e non penso che sia pericoloso. E comunque a noi non ci fanno uscire neanche per sbaglio (ride, ndr)”.

E sulla sua passione per il calcio e per la Roma fa i complimenti a Rudi Garcia: “La Roma deve continuare così, sperando che la Juventus perda qualche colpo. Io spero ogni partita che la Roma vinca e che nel frattempo la Juventus non prenda i tre punti. Per com’è partita sono molto contenta, e sta continuando a giocare bene. Anche se non me ne intendo di giochi di squadra, essendo il mio uno sport individuale, vedo che Garcia ha fatto qualcosa di speciale. Quando un allenatore riesce ad unire in quel modo molti giocatori verso un unico obiettivo, è sicuramente un grande allenatore”.

Francesco Cianfarani - Icampionidellosport

Qui l’intervista esclusiva de Icampionidellosport a Dino Zoff, qui quella a Valentina Vezzali

Comments

comments