Le 10 frasi più spaccone di Cristiano Ronaldo

 

Cristiano Ronaldo nella famosa esultanza in cui dice:

Cristiano Ronaldo nella famosa esultanza in cui dice: “Calma!”

10. Nei giorni che precedevano la finale di Champions League a Mosca tra Manchester United e Chelsea, in molti credevano che il giovane Ronaldo stesse vivendo l’attesa con ansia e paura. Quando un reporter gli chiese se fosse intimorito dalla partita, CR7 sembrò piuttosto sicuro di sè:

“L’unico modo per eliminare la paura è affrontarla.”

9. Dopo la finale di Copa del Rey del 2011 vinta dalle merengues contro il Barcellona, il pubblico sommerse di fischi Ronaldo, autore del gol vittoria. Il commento del portoghese non si fece attendere:

 “Rosicano? Bene, vuol dire che sono davvero bravo.”

8. Il capitano della Nazionale portoghese è sempre stato lodato dai suoi allenatori per il suo costante impegno negli allenamenti settimanali. Durante la permanenza al Manchester United, i ragazzi di Sir Alex Ferguson stavano attraversando un periodo difficile. Cristiano prese in mano la situazione e suonò la carica:

 “Mollare? Scusate l’ignoranza ma non conosco questo vocabolo”

7. Dai primi calci allo Sporting Lisbona, passando per le glorie allo United fino ad arrivare all’affermazione finale a Madrid, il tarlo di Crisiano Ronaldo è stato sempre lo stesso, essere il numero uno:

“Non ho mai provato a nascondere il fatto che la mia aspirazione sia essere il migliore.”

6. Il rapporto con la tifoseria del Real Madrid non è sempre stato rose e fiori. Nella prima stagione spagnola della sua carriera, la squadra fu al centro di grandi contestazioni a causa dei risultati altalenanti nonostante il poderoso mercato estivo. Interpellato sulla questione, CR7 si dimostrò piuttosto caustico:

 “Il tuo tifo mi rende forte, la tua critica mi rende invincibile”

5. Il suo modo di giocare lo ha spesso reso vittima di interventi duri e fallosi, prima in Inghilterra e poi in Spagna. Gli avversari non perdevano mai l’occasione di far volare qualche parolina di troppo per intimidirlo, ma il risultato era sempre quello opposto:

“Amo quando la gente mi deride, mi piace vederlo nei loro occhi, ascoltare i loro insulti, ma non me ne frega niente. Mi da fastidio solo quando gioco male, ma per fortuna succede raramente”

4. Ronaldo è ormai da anni sulla bocca di tutti, sia per la rivalità con Messi, sia per il suo stile di vita ed il suo modo di essere. Al contrario dell’asso argentino però, il portoghese viene spesso sommerso dai fischi dei tifosi avversari. La sua spiegazione a questa tendenza sembra piuttosto chiara:

 “La gente mi fischia perchè sono bello, ricco e un grande calciatore, sono solo invidiosi.”

3. Xavi, Iniesta e Messi vengono inseriti da diversi anni nella lista dei migliori giocatori del pianeta. Cristiano Ronaldo ne riconosce le abilità, ma fatica a immaginarli come suoi possibili compagni di squadra:

“Ora Iniesta, Xavi e Messi stanno giocando veramente bene. Ma anche se potessi comprare un giocatore del Barcellona, con tutti i buoni giocatori che hanno non ne comprerei nessuno.”

2. Dopo il trasferimento record dell’estate del 2009, che fruttò ben 94 milioni di euro al Manchester United, gli fu chiesto se la somma versata fosse inappropriata:

“Non sono stupito che il club può pagare 94 milioni per me, ne potrebbe pagare anche di più, credo di valerne di più.”

1. In un’intervista gli ricordarono che la sua maestra delle elementari gli consigliò di lasciar perdere il pallone perchè non gli avrebbe mai dato da mangiare. Dopo una risata, il campione portoghese riassunse così le fasi salienti della sua carriera:

 “A 10 anni ero il più forte della mia città, a 15 della mia regione, e a 23 il più forte del mondo”

 

Icampionidellosport

Comments

comments