LE 10 FRASI PIù SPACCONE DI ERIC CANTONA

Soccer ... Wimbledon v Manchester United  

10.Cantona parla della similitudine tra la donna e la palla

“Il pallone è come una ragazza: prima gli piace essere accarezzata e poi violentemente sbattuta”

 

9. Eric e il suo eterno rivale

“Non giocavo contro un avversario, giocavo sempre e solo contro l’idea di perdere”

 

 

8. Riguardo a George Best

“George Best nella sua prima seduta d’allenamento in Paradiso, giocando da ala destra ha fatto girare la testa a Dio, per sua sfortuna schierato terzino sinistro. Vorrei tanto mi tenesse un posto nella sua squadra. Best, non Dio…”

 

 

7. Sul tifoso aggredito il 25 gennaio 1995

Il mio momento più bello? Ho un sacco di bei momenti, ma quello che preferisco è quando ho dato quel calcio all’hooligan del Crystal Palace

 

6. Cantona e il calcio dagli 11 metri

“Ho un modo infallibile per calciare i rigori: li metto dentro”

 

5. In occasione della conferenza che seguì alla sua squalifica

Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare

 

4. Il rapporto con i tifosi del Manchester United

“Sono molto orgoglioso che i tifosi del Manchester United cantino ancora il mio nome allo stadio, ma ho paura che un domani loro si fermino. Ho paura perché lo amo. E ogni cosa che ami, hai paura di perderla”

 

 

3. Su Henry e il fallo di mano contro l’Irlanda

“Mi ha sconvolto vedere Henry confortare un avversario a fine gara, quando lo aveva appena fregato! Fossi stato un giocatore irlandese, non sarei rimasto lì nemmeno tre secondi: lo avrei picchiato”

 

 

2. Il pensiero di Cantona su Domenech

“Credo che Raymond Domenech sia stato il peggior allenatore del calcio francese da Luigi XVI”

 

1. La personalità di Eric Cantona

“Io non sono un uomo, sono Eric Cantona”

 

Icampionidellosport

Comments

comments