Le 10 Maratone più affascinanti del mondo

“La maratona è una corsa che affascina tanti podisti perché rappresenta una sorta di sfida con i propri limiti. Ci sono corse anche più lunghe che mettono a dura prova il proprio corpo e la mente, però la maratona è anche storia”

 

1. Maratona del Circolo Polare Artico

Maratona circolo polare artico

La Polar Circle Marathon è conosciuta come “la maratona più bella del mondo” si svolge a Kangerlussuaq, Groenlandia.
Il ghiaccio e la neve senza fine di questo grande paese costituiscono lo scenario di questa avventura, in cui i corridori attraversano lingue di ghiaccio, paesaggi innevati e il silenzioso e infinito deserto artico.
La maratona si corre su un terreno irregolare sterrato a tratti ghiacciato e per un breve tratto anche sulla calotta Polare (3 km).
Mentre si corre sulla calotta Polare si deve prestare la massima attenzione, in quanto anche con una spessa coltre di neve questa parte può essere molto scivolosa e a rendere ancor più avventurosa questa maratona vi è il rischio di cadere nei crepacci infatti è assolutamente vietato abbandonare il tracciato.
La maratona si corre in ottobre quindi le condizioni meteo sono solitamente buone e in Groenlandia in quel periodo non è troppo freddo, ci si aspetta una temperatura di circa -5 °C, il vero problema può crearlo il vento gelido.
La Polar Circle Marathon è l’occasione ideale per combinare un evento speciale ad una meravigliosa scoperta di uno degli angoli più remoti e più belli del mondo.

 

2. 100 Meilen Berlin - 100 Miglia, la maratona del Muro

maratona muro di berlino

Sedici ore. Tanto impiega, solitamente, il vincitore della “100 Meilen Berlin“ per arrivare al traguardo. Ogni volta, però, c’è chi sfora il tempo massimo, fissato a trenta ore. La particolare competizione, che si tiene a Berlino ogni anno in agosto, commemora la costruzione del Muro di Berlino, avvenuta il 13 agosto 1961. Il percorso è di ben 160 chilometri, quattro volte una normale maratona, e ripercorre l’intero tracciato in cui la Deutsche Demokratische Republik edificò la barriera che separò la capitale tedesca per quasi quarant’anni. E’ una maratona “giovane” la prima edizione si tenne nel 2011, in quell’occasione, partirono in 93 e arrivarono in 87.
Le medaglie assegnate onorano ogni anno una delle vittime cadute nel tentativo di superare la Striscia della Morte.
La manifestazione sta crescendo: il limite massimo verrà esteso a 500.
Una maratona estrema e storica, dedicata soltanto ai cuori forti.

 

3. Maratona di Gerusalemme

maratona di gerusalemme2

Siete pronti a correre nella città simbolo della spiritualità? Allora siete pronti a correre a Gerusalemme, città spirituale per eccellenza, luogo sacro al Cristianesimo e all’Ebraismo. Negli ultimi anni sta avendo grande successo e nel marzo 2014 si correrà la sua quarta edizione.
 La città offre una delle location più belle e suggestive al mondo dove poter correre: paesaggi spettacolari, strade di recente costruzione ed un clima eccezionale. 
Per la Maratona è stato scelto un percorso che racconta la storia di Gerusalemme, durante i 3000 anni della sua esistenza.
 La gara ti lascia senza fiato più che per la difficoltà ma per la bellezza in quanto unisce: la sfida, panorami spettacolari, emozioni e un’atmosfera unica che solo a Gerusalemme si può respirare.

Da tenere in considerazione inoltre la possibilità di partecipare a due corse altrettanto esaltanti e suggestive: la Corsa della Pace (10 km da Betlemme a Gerusalemme) e la mezza maratona Arad/Masada nel Deserto del Negev.

 

4. Desert Run - Marocco

maratona marocco desert run

Ci troviamo nella parte sud orientale del Marocco, tra le cittadine di Erfoud e Merzouga, chiamate le “porte del deserto”, proprio perchè situate ai margini del deserto Erg Chebbi.
La Desert Run è una gara a tappe e rappresenta una straordinaria occasione per correre nel deserto, senza necessità di confrontarsi con distanze e sforzi estremi, ma solo con la propria tenacia e forza di volantà. Perfetta quindi per tutti i runner, per gli amanti della corsa, delle scoperte e dei popoli.
Quest’anno si terrà la sesta edizione, che si svolgerà da Giovedì 9 Ottobre a Sabato 11 Ottobre 2014: divisa in tre tappe rispettivamente di Km 15, Km 21 e Km 26, per un totale di 62 km.
Il percorso è vario, si corre su fondi duri e sassosi, si attraversano lingue di sabbia, si passa sopra a impressionanti dune sabbiose.
Durante la gara non si registrano comunque particolari dislivelli, fatto salvo quando si devono “scalare” le dune sabbiose.
Tutta la gara è organizzata nel più assoluto rispetto dell’ambiente, dell’ecosistema e delle popolazioni locali. Durante la seconda tappa vengono attraversati 3 villaggi berberi: per loro popolazione è una vera e propria festa.

 

5. Maratona dell’Everest  

maratona everest

Già dal nome si capisce tutto, ci troviamo sul tetto del mondo. Se si è appassionati di sfide, raggiungere la vetta dell’Everest a novembre, per la maratona più “alta” del mondo, è la corsa perfetta. La corsa si snoda lungo i canonici 42 chilometri su un percorso fatto di salite e discese. La partenza è a 5184 metri sul mare, a Gorak Shep, vicino all’Everest Base Camp in Nepal. L’arrivo è allo Sherpa town of Namche Bazaar (3446m). Si tratta certamente di una delle corse più panoramiche al mondo, si scende tra rocce e sentieri attraversando monasteri buddisti, monumenti e ponti sospesi e non a caso si dice che  la Maratona dell’Everest è  la più avventurosa del mondo.
Questa gara si corre per celebrare l’anniversario della conquista del Sagarmatha (in nome nepalese dell’Everest) firmata il 29 maggio 1953 da Sir Edmund Hillary e il suo sherpa Tenzing Norgay.
Ovvio che per i concorrenti non è una passeggiata, anzi, tra temperature vicine allo zero ed aria rarefatta  con bassissime percentuali d’ossigeno viene raddoppiato lo sforzo di chi corre che lo porta in apnea alla minima accelerazione.

 

6. Great Wall Marathon - La Maratona della Grande Muraglia Cinese 

maratona grande muraglia cinese cina

Lungo la Grande Muraglia Cinese,una delle sette meraviglie del mondo, una delle più belle esperienze per chi ama correre. La corsa si snoda lungo i 5164 passi della Grande Muraglia, dove potrete ammirare i dintorni mozzafiato della provincia di Tianjin. Non perdete l’opportunità di ammirare uno degli scenari più belli del mondo, tra campi di riso e pittoreschi villaggi, che ripagheranno della fatica fatta.
La Great Wall Marathon si svolge in Cina, nei pittoreschi dintorni rurali di Huangyaguan, nella provincia di Tianjin.
Nata nel 1999 questa gara è molto di più di una semplice corsa con ripide salite e discese, per non parlare di 5.164 gradini. E’ un’incredibile opportunità per scoprire la realtà dei tipici villaggi rurali cinesi, con i loro abitanti che sostengono i corridori offrendo ristori in vista dei numerosi gradini della Grande Muraglia.
Considerata una delle maratone più difficili del mondo, la Great Wall Marathon è anche una delle più belle e straordinarie avventure che un runner possa vivere.
Il percorso della Maratona è suddiviso in due parti:
La prima parte copre all’incirca 9 kilometri di salite e discese lungo la Grande Muraglia: dopo la scritta “Entrance to the Great Wall” hanno inizio i gradini della Muraglia, ciascuno di una differente altezza, fino a raggiungere il punto più elevato del percorso.
La seconda parte della gara porta i maratoneti verso i pittoreschi villaggi, lungo strade asfaltate e sentieri ghiaiati: si corre lungo la Highway Stretch fino al Villaggio di Duanzhuang. Successivamente si raggiungono Xiaying e Chedaoyu. Nell’ultima parte si percorrono nuovamente 4 km lungo la Grande Muraglia fino alla finish line, situata nella stessa zona della partenza, in Yin Yang Square a Huangyaguan.

 

7. Maratona di New York

marathon_new_york maratona di new york

Definita la più affascinante del mondo, quella che tutti una volta nella vita vorrebbero fare. Nella metropoli che continua a stupire ad ogni visita, si tiene ogni novembre la gara che accoglie oltre 100 mila partecipanti ogni anno, che attraversano i cinque grandi distretti di New York City. Da Staten Island migliaia di corridori affollano il ponte di Verrazano-Narrows, raggiungendo poi Brooklyn. Percorrendo Bay Ridge, Sunset Park, la corsa passa sul ponte Pulaski ed arriva nel distretto di Queens. Dopo circa 4 km gli atleti attraversano l’East River sul temutissimo ponte di Queensboro che porta a Manhattan. Raggiunta Manhattan, la corsa prosegue per Central Park South dove migliaia di spettatori si radunano per acclamare gli atleti all’ultimo miglio.

 

8. Maratona di Boston

maratona di boston la piu antica

E’ la più vecchia maratona del mondo, e accoglie ogni anno oltre 20 mila partecipanti. Purtroppo dal 2013 ha acquistato ancora di più un suo fascino soprattutto per la popolazione americana, dopo i gravissimi attentati terroristici sarà per sempre una maratona che emozionerà il mondo intero, diventerà testimonianza di qualcosa, di un modo di vivere e soprattutto di pensare.
La gara viene disputata il terzo lunedì di aprile di ogni anno, in occasione del Patriot’s Day, festa riconosciuta nel Maine e nel Massachusetts che celebra l’inzio della Guerra di indipendenza americana. Attraversando la capitale del Massachussets, la gara parte da Hopkinton e si conclude a Boston, presso Copley Square.
La Maratona di Boston ora è: la più antica, la più americana, la più vera, la più sentita, la più autentica, la più…

 

9. Maratona di Tromso

maratona di tromso

Ogni anno maratoneti provenienti da oltre 50 paesi nel mondo corrono a Tromso, Norvegia, la cosiddetta Maratona del Sole di Mezzanotte, una gara molto speciale: si tratta infatti della maratona certificata AIMS più a nord del mondo ed è ancora più bella perché si corre con la luce del Sole di Mezzanotte! Da metà Maggio a metà Luglio infatti, qui il sole non scende mai sotto l’orizzonte.
A Giugno 2014 si corre la 25esima edizione.

 

10. Spartathlon

Spartathlon martona

Si rasenta la follia pura, 246 km da Atene a Sparta.
In Grecia, ogni anno, l’ultimo fine settimana di settembre, si svolge questa gara. E’ una corsa su strada fra le più difficili e lunghe al mondo, forse la più massacrante, ma allo stesso tempo è anche una delle più affascinanti in quanto vi è una miscela tra storia e mito che circonda e adorna come un incantesimo questa corsa , rendendola unica. La nascita di questa ultramaratona la si deve a John Foden, ex ufficiale della RAF, amante della Grecia e studioso di storia greca antica. Egli fu particolarmente colpito dalla descrizione che lo storico Erodoto dava all’impresa compiuta dall’emerodromo Filippide. Gli emerodromi erano persone addestrate a correre anche oltre 24 ore consecutive e frequentemente utilizzati, in tempi di guerra, poiché rappresentavano generalmente i soli mezzi di comunicazione.

John Foden, affascinato e ammaliato dall’impresa di Filippide, si chiese se un uomo moderno sarebbe riuscito a coprire la distanza da Atene a Sparta, cioè 246 km, entro 36 ore. L’unico modo per scoprirlo era provare a ripercorrere quelle gesta, visto che era anche un appassionato ultramaratoneta. Il giorno 8 ottobre 1982 iniziò la sua folle corsa, il cui risultato fu sorprendente in quanto terminarono la prova, con l’arrivo a Sparta, tra le 36 e le 40 ore. Dimostrarono così che Erodoto non si era sbagliato, e che l’uomo poteva coprire i 246 Km in meno di due giorni. Nel 1983, con la partecipazione di 48 atleti provenienti da 11 paesi del mondo, nacque ufficialmente la Spartathlon.

Icampionidellosport 

Comments

comments