Shaun White: the flying tomato

L’incredibile storia del più grande snowboarder di tutti i tempi.

shaun white

 

Protagonista di diversi videogiochi, produttore di linee di abbigliamento, attore nel film “Amici di letto”, vincitore di diversi ori agli X-Games di skateboard e snowboard e di due ori Olimpici nello snowboard. Ecco a voi, Shaun White.

Nato a San Diego nel 1986, nei primi anni di vita dovette convivere con una malformazione cardiaca, e fu operato due volte a cuore aperto. Ma si sa, ciò che non uccide fortifica. The Flying Tomato, soprannome datogli per la sua folta chioma rossa, a 4 anni fu scoperto dalla madre a gareggiare sugli sci contro il fratello più grande. Per “rallentarlo” gli fu regalato uno snowboard e fu mandato alla scuola “Burton”, la migliore dell’epoca per gli aspiranti snowboarder. In concomitanza con il lancio di una nuova linea da snowboard, Burton lo sceglie come testimonial. Shaun diventa un pro quando ha appena 13 anni.

A 16 anni vince la sua prima medaglia agli X-Games: è il 2003, da quell’anno il suo palmarès in questa competizione è di 16 medaglie, di cui 10 d’oro.

Nonostante questa ascesa incredibile, Shaun non riesce a qualificarsi per le Olimpiadi di Salt Lake City 2002. Partecipa, però, a quelle di Torino 2006, nell’half-pipe.

La gara inizia male per White, che nella prima fase guadagna solamente 37,7 punti, finendo quasi fuori dai Giochi. Il riscatto arriva nella seconda run, in cui totalizzò 45,3 punti, qualificandosi alla finale dove, con un punteggio record di 46,8 vinse la medaglia d’oro.

A 23 anni, per prepararsi ai Giochi di Vancouver 2010, si è concentrato esclusivamente sullo studio di nuove acrobazie innovative grazie anche ad uno dei suoi sponsor, Red Bull, che gli ha messo a disposizione un Super-pipe personale dal valore di 1 milione di dollari. Queste sessioni di allenamento, durate circa un mese, prendono il nome di Red Bull X-Project.

A Vancouver Shaun non ha rivali: alla sua prima run in finale ottiene un punteggio di 46,8 e la seconda, con il titolo già assicurato, è più che altro una passerella nella quale mostrare le sue evoluzioni che lo porta ad ottenere il punteggio record di 48,4 su un massimo di 50.

Dopo gli ori a Torino 2006 e Vancouver 2010, Shaun White ha nel mirino l’oro di Sochi 2014: sarebbe il primo nella storia dell half-pipe a vincere in tre Olimpiadi diverse.

Per prepararsi alle Olimpiadi in terra russa, la RedBull ha costruito un nuovo impianto esclusivamente per Shaun presso il Perisher Resort, dove GoPro è riuscita a far costruire anche uno slopestyle esclusivamente dedicato a lui. White parteciperà anche alle gare di slopestyle, ma in questa specialità la concorrenza sarà sicuramente più agguerrita.

Leggenda sullo snowboard, Shawn White è diventato un’icona mondiale degli skater anche per i suoi successi sullo skateboard. Grazie agli insegnamenti di Tony Hawk è riuscito a diventare uno skater straordinario, conquistando due ori agli X-Games in questa specialità.

Scarica -> La Guida Perfetta a Sochi 2014

 

Icampionidellosport

Comments

comments